Qualificazioni UEFA: è lotta aperta nel Girone A

giugno 10, 2017

La notte di Hugo Lloris, con tutta probabilità, è stata tormentata: la leggerezza del portiere e capitano della nazionale francese, infatti, è costata ieri sera una sconfitta pesantissima in terra di Svezia. Un 2-1 che proietta gli scandinavi in testa al girone A di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, a pari punti con una Francia che però vede avvicinarsi la minaccia Olanda: gli oranje, rinfrancati dal ritorno di Dick Advocaat in panchina, hanno battuto il Lussemburgo con un facile 5-0: per Snejider e compagni, il secondo posto è distante adesso solo tre punti.

Ahi, Francia

La Francia, in particolare, si è ritrovata nella stessa sera dalla possibilità di blindare il primo posto nel girone A di qualificazione ai Mondiali a un’incertezza più totale, legata alla contestuale vittoria degli olandesi contro il Lussemburgo. Tre squadre in tre punti, dunque, con la Svezia (orfana di Ibra) grandissima sorpresa. La partita di Stoccolma, però, era cominciata bene per gli uomini di Deschamps: Giroud, infatti, dopo aver sfiorato il gol al 32′, ha realizzato il vantaggio cinque giri di lancetta dopo, con un portentoso sinistro all’incrocio. Il pareggio svedese, però, è arrivato quasi nell’immediatezza: Mendy si scorda di Durmaz che, solo in piena area sfrutta al meglio un traversone da sinistra e batte Hugo Lloris.

Ripresa gagliarda, con i francesi che cercano di chiudere i giochi di partita e qualificazione. E’ Griezmann il primo a impegnare Olsen con un tuffo di testa su traversone di Sissoko: un minuto dopo, poi, Pogba fa partire una conclusione che sibila all’incrocio. La partita si fa bella, perché anche gli scandinavi cullano l’idea del colpaccio: è ancora Durmaz a impegnare Lloris, mentre poco dopo Griezmann prova a riportare i suoi in avanti su punizione. Quando tutto sembrava portare a un salomonico pareggio, però, arriva la doccia fredda: Lloris esce dall’area per disinnescare Guidetti e allontana il pallone, trovando però Toivonen che fa partire lo splendido tracciante del 2-1.
Bene Olanda e Bielorussia

Nelle altre due partite, l’Olanda si impone con facilità contro il modesto Lussemburgo, dilagando in particolare nella ripresa. Apre Robben al 21′, quindi raddoppia Snejider tredici giri di lancetta dopo. Nella ripresa Wijnaldum al 62′, Promes al 70′ e Janssen a sei minuti dal termine permettono agli oranje di arrotondare il risultato, tornando in corsa per la vetta, distante adesso tre lunghezze. La gara tra Francia e Olanda, a questo punto, sarà decisiva per le sorti del raggruppamento. Giornata di gloria anche per la Bielorussia che, grazie alle reti di Sivakov e Savtskyi, regola una Bulgaria a cui non basta il gol a tempo scaduto di Dyakov: le speranze di qualificazione mondiale, per i bulgari, sono realmente ridotte al lumicino.

 Gabriele Pulvirenti

Link utili: Classifiche Qualificazioni Mondiali 2018 EuropaCalendario Qualificazioni Mondiali 2018 Europa


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *