Croazia da sogno, Argentina da incubo: 3-0 il risultato finale

giugno 21, 2018

Una catastrofe. Non si possono utilizzare altre parole per descrivere la serata vissuta dall’Argentina di Lionel Messi che cade sotto i colpi dei rivali croati con il pesantissimo risultato di 3-0.  La Croazia vola agli ottavi di finale con merito, mentre per l’Albiceleste sono adesso molto alte le possibilità di lasciare anzitempo il mondiale. Potrebbe non bastare infatti battere la Nigeria nell’ultimo turno del girone D, ma occorrerà attendere il risultato di domani tra Islanda e Nigeria e poi, appunto, i risultati dell’ultimo turno. Ecco di seguito il resoconto del match.

PRIMO TEMPO

Il match tra la nazionale Albiceleste e i rivali croati parte su ritmi abbastanza elevati e la prima, nitida, occasione da rete arriva al 5° di gioco quando Ivan Perisic si vede negare la gioia del primo goal ai mondiali di calcio 2018 grazie alla grande parata di Caballero, che riesce a mandare in calcio d’angolo il rasoterra angolato dell’esterno offensivo dell’Inter. Al primo acuto croato rispondono i sudamericani, tre volte nello spazio di poco tempo: al 13° Maximiliano Meza tenta la gran botta al volo, intercettata però dalla retroguardia croata, mentre al 22° è soltanto la traversa a fermare il tentativo dal limite di Marcos Acuna. Poco più tardi non riesce incredibilmente a finalizzare Enzo Perez che calcia fuori da pochi metri.  Non si lasciano intimidire però i croati dalle velleità argentine e rispondono al 36° con Mandzukic che spreca di testa da ottima posizione. Non succede più nulla di rilevante fino alla fine del primo tempo di gioco, con un Messi, ancora una volta, apparso piuttosto sottotono.

SECONDO TEMPO

Il match riparte con la ricerca di entrambe le formazioni di trovare la rete del vantaggio, ma il gioco si svolge nei primi minuti prevalentemente a centrocampo. Al 53° succede l’impensabile: un innocuo retropassaggio a Caballero si trasforma nell’incubo di una nazione. Il portiere argentino svirgola goffamente il rinvio e viene punito da Rebic che non perdona. Sotto di una rete, la nazionale argentina continua a giocare in maniera troppo disordinata e improvvisata, non si contano le imprecisioni degli undici in campo – Messi compreso – ma soprattutto quelli di Tagliafico e Mascherano.

In questo contesto, sempre più denso di nervosismo, a dieci minuti dalla fine Modric punisce  definitivamente la supponenza sudamericana: stop, tiro da fuori forte e preciso su cui Caballero non arriva. 2-0 e giocatori dell’Albiceleste impietriti. Nulla da fare per Higuain, Dybala e company, l’occasione del 3-0 ce l’ha Rakitic che centra l’incrocio dei pali a cinque minuti dalla fine. E proprio il compagno di squadra di Messi trova in pieno recupero la rete del definitivo K.O. Un 3-0 severissimo, uno shock devastante per una delle nazionali considerate alla vigilia una delle potenziali favorite al titolo mondiale. E che ora, invece, è seriamente candidata a fare le valigie verso casa.

Argentina – Croazia 0-3: il Tabellino

ARGENTINA (3-4-2-1): Caballero; Salvio (dall’11’ st Pavon), Otamendi, Mercado, Tagliafico; Salvio, Perez (dal 23′ st Dybala), Mascherano, Acuna; Messi, Meza; Aguero (dal 10′ st Higuain). A disposizione: Guzman, Ansaldi, Biglia, Fazio, Banega, Di Maria, Armani, Rojo, Lo Celso. Allenatore: Sampaoli

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Brozovic; Rebic (dal 12′ st Kramaric), Modric, Perisic (dal 37′ st Kovacic); Mandzukic (dal 48′ st Corluca). A disposizione: Livakovic, L. Kalinic, Jedvaj, Bradaric, Caleta-Car, Badelj, Pjaca, Pivaric, N. Kalinic. Allenatore: Dalic

Reti: all’8′ st Rebic, al 35′ st Modric, al 46′ st Rakitic

Ammonizioni: Rebic, Mercado, Vrsaljko, Otamendi, Acuna, Brozovic

Gabriele Pulvirenti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *