Il Brasile si sblocca nel recupero: Costarica saluta il Mondiale

giugno 22, 2018

Il Brasile di Neymar acciuffa la sua prima, fondamentale, vittoria ai Mondiali 2018 nel recupero, evitando un secondo pareggio consecutivo che ne avrebbe compromesso seriamente la qualificazione agli ottavi. A farne le spese, salutando il torneo, il Costa Rica di Keylor Navas, portiere del Real Madrid tre volte campione d’Europa, opposto per l’occasione all’estremo difensore avversario, Allison, che potrebbe sostituirlo proprio a difesa della porta delle Merengues nella prossima stagione.

Alla loro seconda sfida nel Girone E, davanti a una cornice di pubblico davvero straordinaria, si affrontano due squadre reduci rispettivamente da un pareggio con la Svizzera e da una sconfitta con la Serbia: Brasile e Costarica sono chiamate a evitare calcoli nel tentativo di portare punti preziosi in cascina. L’allenatore verdeoro conferma il modulo visto all’esordio, con una batteria di trequartisti a sostegno dell’unica punta Gabriel Jesus che conta sulle geometrie di Coutinho affiancato dalla fantasia di Willian e Neymar; in difesa sulla destra possibilità per Fagner accanto agli incotabili Miranda, Thiago Silva e Marcelo, mentre sulla cerniera mediana Paulinho affianca Casemiro. Sul fronte opposto mister Ramirez risponde con un 5-4-1 decisamente prudente, seppure non catenacciaro, che punta sulla tecnica individuale di Borges e Ruiz a sostegno dell’unica punta Urena.

La prima frazione però evidenzia un Brasile teso e imballato: il primo vero acuto dell’incontro è di marca costaricana con un gran contropiede partito dalla fascia sinistra al 13′: Gamboa e Vanegas creano la prima vera occasione da gol servendo a centro area dal fondo Borges il quale, giunto in area di gran corsa, conclude allargando troppo il piattone. La risposta verdeoro consiste per la prima frazione solo in una conclusione alla mezz’ora di Coutinho da fuori area, dalla medesima mattonella dalla quale trafisse la Svizzera all’esordio, ma in questo caso il pallone finisce alto sopra la traversa.

Ripresa decisamente diversa sul piano della pressione e delle occasioni per il Brasile, che apre l’assalto con una doppia clamorosa occasione al 4’, prima quando un gran colpo di testa in anticipo di Gabriel Jesus, su cross proveniente dalla destra, si infrange sulla traversa, quindi quando sugli sviluppi della stessa azione Gamboa si immola deviando in angolo il “rigore in movimento” calciato da Coutinho a botta sicura. All’11’ Paulinho riesce a sganciarsi dalla marcatura, penetra in area di rigore dalla destra innescando in mezzo un altro destro invitante, stavolta di Neymar, ma il tiro del fuoriclasse finisce di pochissimo alto sopra la traversa grazie alla determinante deviazione di Navas. Ci prova allora Casemiro, prima di testa su angolo, poi con botta fa fuori area, senza riuscire a sorprendere l’attento Navas. Quindi Neymar, prima vicino a farsi concedere un penalty per trattenuta in area dopo dribbling, negato dall’immediata verifica del VAR, poi lesto a sfruttare un errore della retroguardia che lo libera al tiro a giro dal limite, concludendo la sua corsa a pochi centimetri dal palo.

Complice il nervosismo dovuto all’impossibilità di sbloccare l’incontro, la gara sembra mestamente spegnersi per il Brasile, che invece fa tesoro degli innesti di Firmino e Douglas Costa, autori di due assist decisivi per le due reti che giungono le recupero: nel primo caso, il centravanti del Liverpool vice campione d’europa fa da torre sul pregevole cross di Marcelo dalla sinistra per innescare il tap-in di Coutinho, che sblocca il risultato; nel secondo, l’ala in forza alla juventus si libera a pochi metri dal vertice dell’area piccola, dalla quale serve comodamente Neymar che deve solo appoggiare in rete il pallone del definitivo 2-0. Liberatorie le lacrime finali di Neymar, contrapposte a quelle invece di addio al Mondiale 2018 di Navas e compagni, troppo poco incisivi in fase offensiva nei due incontri disputati per potere sperare di andare avanti nel gruppo E.

 

Il tabellino:

Marcatori: 46′ st, Coutinho, 51′ st, Neymar.

BRASILE (4-2-3-1): Alisson; Fagner, Miranda, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho (23′ st, Firmino), Casemiro; Willian (1′ st, Douglas Costa), Coutinho, Neymar; Gabriel Jesus. CT: Tite

COSTA RICA (5-4-1): Keylor Navas; Gamboa (30′ st, Calvo), Duarte, Acosta, Gonzalez, Oviedo; Venegas, Borges, Guzman (38′ st, Tejeda), B. Ruiz; Urena (9′ st, Bolanos). CT: Oscar Ramirez

Arbitro: Björn Kuipers

Note: Ammonizioni: Neymar (B), Coutinho (B), Acosta (C)

 

Mario Agostino


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *