Continua la marcia del Messico: Corea del sud eliminata

giugno 23, 2018

Dopo la memorabile vittoria all’esordio contro i campioni del mondo in carica tedeschi, il Messico prosegue la sua marcia aggiudicandosi il secondo turno e trovandosi ora a un passo dalla qualificazione agli ottavi di finale, alla guida del Girone F.

A soccombere, per la seconda consecutiva dopo la sconfitta patita al primo turno contro la Svezia, la Corea del sud diretta da Tae-Yong Shin, che in avvio di gara presenta tre cambi rispetto alla prima uscita: Kim Min-Woo, Ju Se-Jong e Moon Seon-Min vengono preferiti in avvio a Park Joo-Ho, Koo Ja-Cheol e Kim Shin-Wook. Per i centroamericani, solo Hugo Ayala, tra i titolari nella gara d’esordio, inizia in panchina lasciando il posto a Edson Alvarez, a conferma di un 4-2-3-1 che vede il talento di Carlos Vela a sostegno della punta di diamante “Chicharito” Hernandez.

Il Messico cerca di impostare la gara cercando di il controllo della manovra, con gli asiatici ripartono rapidamente in contropiede azzannando puntualmente le caviglie degli avversari e inanellando una notevole quantità di falli. Riescono a rendersi però pericolosi ben due volte al quarto d’ora: prima  con Hwang Hee-Chan che crossa sul secondo palo per Lee Yong, il quale arriva in corsa per concludere a botta sicura ma si vede negare la porta dall’ottimo ripiegamento difensivo di Lozano; poi con la stella della squadra, Son Heung-Min, che entrato in area di rigore calcia ben tre volte di fila vedendosi respingere tutti i tentativi dalla difesa messicana. Sul ribaltamento di fronte, Guardado si presenta al limite dell’area e crossa dalla sinistra, guadagnando un insperato calcio di rigore a causa dell’intervento di mano di Jang Hyun-Soo: l’esecuzione perfetta di Vela cambia gli equilibri dell’incontro che si trascina senza sussulti degni di nota fino all’intervallo, ad esclusione di una conclusone ravvicinata di Layun, deviata una angolo dall’estremo difensore coreano, Jo.

Ripresa che si apre al piccolo trotto ma che vede i ritmi alzarsi con il passare dei minuti. Uno scambio di parate a distanza coinvolge prima al 56′ Ochoa sul tiro di Ki Sung-yueng, bloccato in due tempi, quindi Cho Hyun-Woo, che deve superarsi in tuffo su una conclusione diretta all’incrocio dei pali di Andrés Guardado. I Coreani tentano di riversarsi nella metà campo messicana con maggiore convinzione, ma si espongono all’insidiosissimo contropiede centroamericano, sia al 61′, quando Carlos Vela arriva al tiro a giro che finisce alto, sia un minuto dopo, quando un frizzante Lozano si presenta davanti alla porta vedendosi chiudere perfettamente in scivolata. Non va altrettanto bene alla Corea però al 66′, quando l’ennesima ripartenza orchestrata dalla cavalcata di Lozano libera al tiro ravvicinato il “Chicharito” Hernandez, che liberatosi con uno stop a rientrare dell’avversario trafigge Jo sul primo palo. La seconda rete messicana colpisce gli asiatici nel momento di massima profusione di impegno, ma al 78′ una palla sanguinosa di Rafael Márquez, che serve male il portiere Ochoa, potrebbe riaprire in giochi, se solo Son Heung-Min non venisse chiuso sul più bello Saucedo un attimo prima di concludere a rete. A chiudere le ostilità, una perla dello stesso Son, troppo tardiva, che dal vertice dell’area centra un perfetto mancino a giro sul quale Ochoa non può arrivare.

Messico a un passo dell’essere ancora una volta, come ad ogni sua partecipazione storica ai mondiali, qualificato agli ottavi: per la Corea un mesto ritorno a casa, apparso inevitabile comunque per la modestia tecnica che, ad accezione di Son, attaccante esterno in forza al Tottenham, e del giovane attaccante del Barcellona, Lee, è apparsa palese fin dall’esordio.

 

Il tabellino:

Marcatori: pt 26′ rig. Vela (M), st 21′ Hernandez (M), 47′ H. M. Son (C)

COREA DEL SUD (4-4-2): H. W. Jo, Y. Lee, H. S. Jang, Y. G. Kim, M. W. Kim; S. M. Moon (st 32′ W. Y. Jung), S. J. Jiu (st 19′ S. W. Lee), S. Y. Ki, H. C. Hwang; J. S. Lee, H. M. Son. CT: Shin Tae-yong.

MESSICO (4-3-3): Ochoa; Alvarez, Salcedo, Moreno, Gallardo; Herrera, Guardado (st 23′ Marquez); Layun, Vela (st 32′ Dos Santos), Lozano (st 26′ Corona); Hernandez CT: Juan Carlos Osorio

Arbitro: Milorad Mažić

Note. Ammoniti: Y. G. Kim (C), Y. Lee (C), S. W. Lee (C)

 

Mario Agostino


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *