Girone H: Colombia vince e Vola, Giappone agli ottavi grazie al fair play

giugno 28, 2018

Tre cartellini: è questa la differenza tra Senegal e Giappone che permette a questi ultimi di volare agli ottavi di finale come seconda classificata del Gruppo H, nonostante il ko di misura contro la Polonia. E’ dunque indolore la rete segnata da Bednarek al 60′: per i nipponici è un grandissimo risultato che fa il paio col miglior piazzamento di sempre che risale al Mondiale organizzato in casa nel 2002. In quel caso, Nakata e compagni si erano fermati agli ottavi: vedremo cosa riusciranno a fare i giapponesi in un incontro che comunque vada sarà complicato, contro una tra Inghilterra e Belgio.

La Colombia invece, nonostante la sconfitta a sorpresa nel debutto contro il Giappone, rispetta i pronostici e passa il turno come prima forza del girone: decisivo, nello scontro diretto con un Senegal ingenuo e poco brillante, il colpo di testa di Mina al 74′. Inutile lo sterile assedio finale di Manè e compagni: male le africane che, già al primo turno, salutano tutte Russia 2018. Il Senegal, contro i sudamericani, schiera un 4-2-4 sbarazzino, con Mané che largo a sinistra dà man forte a Niang e Keita. La Colombia mette in campo tanta fantasia, con Cuadrado, Quintero e Rodriguez a supporto di Falcao.

La partita non è godibilissima: l’unica grande emozione del primo tempo arriva quando l’arbitro Mazic fischia un rigore per fallo di Sanchez su Manè. La VAR corregge però la sua decisione, dato che l’intervento del difensore dei Cafeteros era sul pallone. L’incontro perde anche un grande protagonista: James Rodriguez continua a essere vittima di noie muscolari che lo costringono a uscire. La rete spacca-partita arriva al 74: il difensore Yerry Mina vola in cielo su calcio d’angolo battuto da destra, battendo inesorabilmente il portiere avversario per la rete dell’1-0. Senegal all’angolo e costretto a pareggiare, nonostante il ko del Giappone: Ospina però è perfetto nello sventare le minacce avversarie, blindando la sua porta fino al liberatorio fischio finale. Per il Senegal si apre una serata di riflessioni e rimpianti.

La sorpresa del giorno arriva invece dalla Polonia che, pur essendo ormai eliminata, tira fuori l’orgoglio battendo il Giappone 1-0. Gli asiatici alla fine fanno festa grazie al loro fair play: a parità di punti e differenza reti coi senegalesi, infatti, contano i cartellini ricevuti e, in questa gara, vincono loro malgrado gli africani per 6-3. La rete degli uomini di Nawalka arriva allo scoccare dell’ora di gioco: Kurzawa scodella un gran pallone in area, Bednarek brucia tutti e di piatto destro al volo brucia il portiere asiatico. A fine gara, però, la festa la fanno i ragazzi guidati da Nishino: il sogno Mondiale, per loro, continua.

Giorgio Tosto


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *